APS Tutti Insieme - Gorizia (IT)
Vai ai contenuti

Menu principale:

Arte

Archivio & Altro

Impariamo a giocare con l'Arte della Fantasia

Il Metodo di Helias das Licht
- Dedicato a "BBF" - Bambini e Bambine del Futuro -
Mio padre desiderava avere un figlio come "GIOTTO" invece io mi sono scoperto un "CIMABUE" per cui nel metodo che troverete, qui di seguito, spero possiate incontrare il Vostro Artista (ovvero il Vs. Talento)... chiunque Egli sia..." R. E.



Annabell - 2005


Il materiale d'uso:

- n° 1 barattolo per acqua, grande
- colori tempera primari: bianco, ciano, magenta e giallo primario
- carta igienica
- fogli per dipingere
- pennelli di varia misura e forma per colori ad acqua

La procedura:

* Il primo concetto:
Ciò che è bello non è detto che sia sano, ma ciò che è sano potrebbe anche essere bello.
Questa frase ci permette di affrontare il nostro lavoro liberandoci dalla necessità e dall'impegno del risultato a tutti i costi. L'abitudine, imposta dalla cultura scolastica e molte volte genitoriale, è pretendere dei risultati immediati. Ciò comporta per la persona, che subisce tale richiesta, un irrigidimento psicofisico che gli impedisce di organizzare con metodo, adatto alla sua realtà, la costruzione della capacità del saper fare.

* Il secondo concetto:
L'arte del dipingere e l'arte del cucinare hanno molto in comune
Se il corpo è ciò che mangiamo allora il saper fare piatti sani è più importante che presentare belle pietanze e tavole abbellite se poi il cibo non produce salute.

Così è per l'arte. L'arte è il cibo per la mente ed essendo cibo deve essere preparato e offerto per arrecare salute in questo caso mentale.

Vivere sani nel corpo e nella mente, e come il corpo ha bisogno di camminare perché questa è la sua funzione la mente ha bisogno di trovare i sui sentieri dove percorrere lo spazio infinito che ci è stato donato dalla natura e dall'universo.

Il metodo in se:
Si comincia con due fogli separati.
1. Sul primo con una matita disegniamo due righe incrociate in modo da vedere quattro quadrati. Non è importante che le righe siano rette e i quadrati perfettamente uguali. All'interno di ciascun quadrato metteremo un colore primario.
Questo foglio rappresenta il "negozio"
2. Nel secondo foglio disegneremo invece un cerchio all'interno del quale svilupperemo i nostri tentativi artistici.
Questo foglio rappresenta la "pentola"
Ora dopo aver riempito con l'acqua il barattolo, di buona capienza, prendiamo la carta igienica è poniamola appresso.
Con il pennello dobbiamo imparare a far un movimento, dopo averlo introdotto nel barattolo, fino a metà, lo faremo, con ritmo, sbattere contro il bordo.
Per intendere meglio immaginate di avere una campana rovesciata e battere, ritmicamente, con un legno il bordo …sentiremo il suono, armonioso della campana stessa, sprigionassi intorno a noi. Così deve essere con il pennello e il barattolo.

La "campana" suona
Questa funzione ci servirà per tenere pulito il pennello.
Proseguiamo il pennello una volta pulito nell'acqua verrà messo in contatto con la carta igienica per controllare che effettivamente non ci siano residui di colore.
Ora possiamo andare nel nostro negozio e prendere solo un colore alla volta. Il pennello così intinto sarà portato nella pentola e come se fosse un mestolo usato per produrre, all'interno del cerchio, una serie di movimenti che daranno origine alla prima colorazione del foglio numero 2.

Il "mestolo" va usato
Completato il movimento, si porterà il pennello nel barattolo e dopo averlo ritmicamente sbattuto, come sopra descritto faremo il controllo sulla carta igienica.

La "Carta Igienica" è il Controllo
Se risulterà pulito andremo nel negozio a prendere un altro colore e ricominceremo a lavorare nella pentola .

Nella pentola inizieremo a vedere le prime tracce di colore e i colori nel mescolarsi produrranno una seri quasi infinita sfumature.

Questo gioco permetterà alla persona, impegnata, ad acquisire:

· Una costanza nella ripetizione del gesto
· Un agire mantenendo pulito il sistema di lavoro
· A giocare liberamente
· Produrre un risultato dovuto alla casualità
· A memorizzare sfumature, colori, segni
· A dare significati al prodotto finale attraverso l'uso dell'immaginazione

Il Gioco - la Libertà

Infine ricordiamoci che l'acqua del barattolo va cambiata ripetutamente. Volendo si possono usare due barattoli.

Come si può costatare in questa attività, base, il contributo educativo avviene per simbolismi ripetuti. L'acqua, la pentola, il cibo, la pulizia, la carta igienica, tutte cose che nel quotidiano si usano talvolta separatamente o in contesti diversi. Ma l'esperienza diventa maturità quando cogliamo il momento dell'insieme, il collassare del "sistema" che si trasforma nella nuova vita.

L'Acqua - la Luce - la Vita
Tutto questo con l'augurio che negli animi di molte persone si accenda il mondo della "Luce".
e poi ci sono righe e cerchi....



foto: renato elia

Torna ai contenuti | Torna al menu