APS Tutti Insieme - Gorizia (IT)
Vai ai contenuti

Menu principale:

Luca Poesie

Punto Lavoro



Svegliatomi mi presero con forza e disprezzo per portarmi verso l'ignoto. Nulla capivo, se era un sogno, un incubo, cosa mi stesse succedendo e quando arrivai alla meta prestabilita compresi ancor meno tutto ciò che stava accadendo. Mi ritrovai non solo su una terra straniera, tra feriti, violenze inaudite, ma stavo vivendo qualcosa di irreale, che però non lo era perché sentivo su di me tutto il male che un uomo può fare al suo prossimo. Non sentivo più il tempo, perché forse 5 minuti sarebbero bastati a togliermi da questo mondo e vivevo tutte le privazioni come i miei compagini. Il sole non esisteva e ogni tentativo di ammirare le stelle risultava vano, ogni ricordo di ciò che mi lasciavo dietro era svanito. Ero arrivato a non sperare più, ma quando sapevo che non sarei ritornato dai miei cari, nella mia terra, pur dubitando della mia antica fede, provai nel cuore un sentimento e lo chiamai perdono, lo chiamai amore, forse era la dignità di essere ricordato come un uomo perché non accadano più le guerre.



L. P. 02/02/2016



Sfuggente
il ricordo
della terra
natia,
confuso
il mio pensiero,
mentre
dal fratello
mortale
ricevo
ordini
di una folle
guerra
che non mi parla
d'altro
che dell'amore
perso

Luca 01/2016


pare tutto taccia
nel gelido
inverno


ma sono
i fiori


ad aspettare
una dolce
primavera...

Luca 01/2016


Parlano
del nuovo
i rami
dal vento agitati,
quando io
ritrovo
il mio essere
in loro,
allora sento
nel mio cuore
l'impeto
dell'attesa
di incantevoli
fiori
che parlano
di un amore
mai ritrovato

13/11/2015 Luca Perazzi

Non so dove sei,
mentre guardo
il cielo
e solo cammino
in questa via
non di molti,
dove l'orizzonte
mi porta
al mio cuore,
al tuo,
e allora so
che lì siamo
e per sempre
le nostre mani
si incontreranno
in un amore mai provato
Luca P. 3/o6/2015

Dell'autunnal
ramo memore,
tanto m'assomigli,
foglia
dal vento portata
Luca P. 2011 11 10

Donna che dal faticar
non ti sottrai,
che l'amor tutto concedi,
sei tu grazia
dell'universo
Luca P. 2011 11 12

Sei in ogni istante
fuoco che dissolve
i momenti miei infelici;
alba perenne e ogni
giorno fiore che riempie
il mio cuore.
Non sono mai
riuscito a dirti
che mi hai donato
amore come pochi
conoscono             
Luca P. 15/12/2012

Amore discusso,
offeso, incompreso,
nascosto e inosservato,
amore che chiede di essere
vissuto, ma spesso dimenticato.
Una parola, amore, usata
anche troppo, ma poco
espressa,quella
da sperimentare ogni
istante per sempre.   
Luca P. 15/12/2012

Se non ci fossi,
amore,
non sentirei più
della primavera
il profumo,
camminerei nel vuoto
sospeso in un tempo
privo di ricordi,
senza un dopo
all’orizzonte;
avrei solamente
un po’
di nostalgia
della sofferenza
che provochi,
ma non vivrei,
non vivremmo.
Penserei a quel
prato dove giocavamo
da fanciulli,
che non c’è più.
Ma tu, amore, esisti
E resisti per sempre,
nei dolci frutti e
negli amari calici.
Luca Perazzi - Gorizia 21/12/2012

COGLIERAI QUELL'UNICO
FIORE CHE TI PARLERA'
DEL NOSTRO AMORE SINCERO,
ALLORA SORRIDERANNO
I CIELI
E L'IMPERITURA ALBA
SOVRASTERA'
IL CREPUSCOLO ILLUSO
Luca P. 22/01/2013

DIRANNO POI
CHE MAI TI HO AMATO,
QUANDO TUTTO IL MONDO
PERCORREVO
NON CONOSCENDO STAGIONI,
IGNORANDO LE DISTANZE
CHE MI SEPARAVANO
DA TE, CHE NON SAPEVI
DI ASPETTARMI
Luca P. 22/01/2013

Torna ai contenuti | Torna al menu